I RISPARMI E L'EFFICIENZA DEI SISTEMI DI RAFFRESCAMENTO E RISCALDAMENTO

Martedì, 25 Luglio 2017 | 05:42

RISCALDAMENTO & RAFFRESCAMENTO

Realizziamo ed installiamo impianto di riscaldamento e raffrescamento utilizzando ottimi materiali e fornendo il nostro aiuto tecnico nella scelta delle componenti e della distribuzione dell’impianto.
Il nostro team di ingegneri ti aiuterà a scegliere, dopo una specifica diagnosi energetica dell’edificio, il sistema migliore in relazione alle esigenze di comfort e caratteristiche dell’edificio. Attezione particolare sarà data alla scelta del generatore di calore ed all’impianto di distribuzione avendo come obiettivo la costruzione del sistema che consenta il maggiore risparmio energetico possibile.
REALIZZANDO ORA IL TUO IMPIANTO POTRAI GODERE DELLE DETRAZIONI FISCALI IN VIGORE!

 

RICHIEDI UN PREVENTIVO PER IL TUO IMPIANTO DI RISCALDAMENTO/RAFFRESCAMENTO

 

SCELTA DEL GENERATORE DI CALORE

Il generatore di calore è il cuore del sistema. Influisce direttamente sul benessere che si avrà all’interno dell’abitazione e determinerà i consumi in base alla scelta del combustibile che utilizza:

Pompa di Calore

Il vantaggio nell’utilizzo della pompa di calore deriva dalla sua capacità di fornire più energia (calore) di quella impiegata per il suo funzionamento in quanto estrae calore dall’ambiente esterno. Considerando ad esempio una pompa di calore aria/acqua a motore elettrico, il rapporto tra l’energia elettrica necessaria al suo funzionamento ed il calore fornito all’abitazione è determinato dal C.O.P. , che per una pompa di calore di taglia media ha un valore compreso fra 2 e 4. È necessario un kWh elettrico per fornire tra 2 e 4 kWh termici.

VAI ALLA SEZIONE POMPE DI CALORE

 

ABBINAMENTO POMPA DI CALORE – IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Il risparmio economico derivante dall’utilizzo di una pompa di calore a motore elettrico rispetto ai generatori tradizionali è facilmente determinabile. Ma la perfetta integrazione tra un impianto di riscaldamento che ha come generatore di calore una pompa di calore ed un impianto fotovoltaico, che gli garantisce l’energia elettrica per il funzionamento, si può comprendere soltanto analizzando nel tempo i benefici ed il risparmio economico che ne conseguono.

ABBINAMENTO POMPA DI CALORE – IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Caldaia a Pellets o Biomassa

Se si sceglie una caldaia a bruciatore allora è bene orientarsi su una caldaia a biomassa (che utilizza come combustibile legna, pellets, nocciolino, cippato) che consenta di abbattere i costi rispetto al combustibile tradizionale. La scelta di questo generatore genera vantaggi immediati abbinati ad un considerevole risparmio. Si ha la possibilità di gestire impianti anche ad alta temperatura, quindi non necessita di sostituzione del sistema di distribuzione, consente una produzione istantanea di acqua calda sanitaria ed ha costi iniziali contenuti.

LA SOSTITUZIONE DEL GENERATORE DI CALORE CON UNA CALDAIA A BIOMASSA GODE DELLE DETRAZIONI FISCALI!

Cogenerazione/Trigenerazione

Negli impianti di cogenerazione si ha produzione combinata di energia elettrica e calore, infatti per cogenerazione si intende il processo di estrazione di energia meccanica solitamente trasformata poi sia in energia elettrica (corrente elettrica) che in calore utilizzabile per riscaldamento e/o per processi produttivi industriali. Nella maggior parte dei casi gli impianti di cogenerazione conferiscono calore già pronto per edifici pubblici o privati. Il rilascio di calore residuo non utilizzato per l'ambiente è sostanzialmente evitato. Gli impianti di piccole dimensioni diventano sempre più importanti nella fornitura individuale (case uni o plurifamiliari) e perfino impianti di cogenerazione del tipo CHP (Combined Heating ad Power).

VAI ALLA SEZIONE COGENERAZIONE/TRIGENERAZIONE

 

SCELTA DEL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE

Pannelli Radianti

Sono sistemi di distribuzione a bassa temperatura, sono costituiti da un circuito chiuso composto da tubi, posati su pannelli di materiale isolante, nei quali scorre acqua a bassa temperatura (35°C – Nei radiatori tradizionali l’acqua è a circa 70°C). La temperatura nettamente più bassa di altri sistemi di distribuzione è determinata da una superficie di distribuzione nettamente maggiore, in quanto i pannelli radianti vengono posizionati in tutta la superficie calpestabile dell’abitazione che si intende riscaldare / raffrescare. Abbinati ad una pompa di calore, offrono la possibilità di funzionare in modalità raffrescamento. In questo caso l’acqua di mandata è circa 18°C e crea un ambiente refrigerato ricreando le stesse sensazioni di una cantina. Abbinato al sistema in raffrescamento deve essere previsto un impianto di deumidificazione che non permetta la formazione della condensa.Le temperatura bassissime di mandata in entrambi i funzionamenti determinano un risparmio notevole nel dimensionamento del generatore di calore, che si traduce in un risparmio economico derivante dalla inferiore energia primaria utilizzata per produrre energia termica. Vengono installati a pavimento ma possono essere posizionati anche a soffitto o su parete laterale per chi non volesse smantellare un pavimento di valore o aggiungere costi di installazione.

FOTO IMPIANTI A PANNELLI RADIANTI SU PAVIMENTO

Fancoil o Ventilconvettori

Sono anch’essi ideali come terminali di un impianto di distribuzione con generatore aria/acqua. Consentono una temperatura di mandata dell’acqua media, circa 55°C, che permette di risparmiare sul combustibile necessario per produrre l’energia termica.

Radiatori a bassa temperatura

I radiatori sono gli elementi di distribuzione più diffusi nel patrimonio edilizio esistente. Possono essere in ghisa, allumionio o acciaio ed hanno temperature di mandata che sono comprese fra 70 ed 80°C.

Sostituendo la caldaia ci si trova a dover scegliere il nuovo generatore di calore. La soluzione giusta varia per ogni utente.

Se si dispone, o si ha intenzione di realizzare un impianto fotovoltaico certamente la soluzione migliore è quella di installare una pompa di calore a motore elettrico. Grazie alle nostre analisi sarà possibile prevedere, in relazione alle specifiche ore di accensione, il risparmio derivante dall’assorbimento di energia elettrica dall’impianto fotovoltaico ed il costo risparmiato di combustibile.

La temperatura di mandata sarà più bassa, circa 55°C, per non inficiare il risparmio energetico ottenibile con la pompa di calore. La resa termica dei radiatori sarà inferiore e si provvederà ad un sopradimensionamento, se non già previsto, degli elementi oppure interventi che consentano di ridurre il fabbisogno energetico dell’abitazione (sostituzione dei serramenti, isolamento termico dell’involucro, etc).

GSE | Gestore dei Servizi Energetici

ISCRIVITI ALLA MAILING LIST

COME CONTATTARCI

Ecogen Impianti S.r.l.
Per info sulle nostre sedi clicca qui

Email: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Scopri dov'è la Sede di Mirto Crosia

SunPower | Partner

PROINSO | Partner

Scroll to Top