SCOPRI I VANTAGGI DI UN IMPIANTO GEOTERMICO

Martedì, 25 Luglio 2017 | 05:41

GEOTERMICO

La geotermia a bassa entalpia sfrutta il sottosuolo come serbatoio di calore. Nei mesi invernali il calore viene trasferito in superficie. viceversa in estate il calore in eccesso, presente negli edifici, viene dato al terreno. Questa operazione è resa possibile dalle macchine a pompe di calore. Questa tecnologia sfrutta la temperatura costante che il terreno ha durante tutto il corso dell'anno. Normalmente, già ad un metro di profondità, si riescono ad avere circa 10-15 °C. A questo punto si utilizza la pompa di calore che sfrutta la differenza di calore fra il terreno e l'esterno per assorbire calore dal terreno e renderlo disponibile per gli usi domestici.

L'impianto geotermico

Per rendere l'impianto energeticamente autosufficiente, si può abbinare ad un impianto fotovoltaico che produrrà l'energia necessaria per alimentare la pompa di calore. Lo stesso impianto può essere utilizzato per raffrescare gli edifici, facendo funzionare la pompa di calore al contrario, quindi assorbendo il calore dalla superficie e trasferendolo al sottosuolo. L'alternanza del funzionamento estate/inverno permette di non raffreddare sensibilmente la porzione di terreno in cui sono situate le sonde.
Il Lazio e la Toscana sono i territori che in Italia hanno la temperatura maggiore del terreno (maggiore di 150°C entro 3000 metri di profondità), mentre nella altre regioni la temperatura è sui 50-100°C a seconda della zona climatica.

Gli impianti geotermici sono ideali per lavorare con terminali a basse temperature (30-55°C) e garantiscono un elevato comfort ambientale e consumi ridotti rispetto ai sistemi tradizionali.

Le Sonde Geotermiche

Per trasferire il calore dal terreno al fluido vettore si utilizzano delle sonde geotermiche, che possono essere posizionate in perforazioni verticali o in scavi di sbancamento orizzontali. Le sonde geotermiche sono tubi ad U costituiti da materiali con alta trasmittanza termica nei quali scorre il fluido vettore che raccoglie il calore del terreno e lo porta in superficie.

Per le sonde verticali si operano degli scavi simili alle perforazioni per i pali di fondazione. Si preferisce infatti realizzare questo tipo di sonde nel caso di edifici di nuova costruzione, nel quale le due lavorazioni, pali di fondazione e sonde geotermiche, vengono realizzate contemporaneamente.
Le sonde orizzontali consentono di abbattere i costi di scavo e rendono l’impianto economicamente più vantaggioso. Sono posizionate in uno scavo che non supera i due metri di profondità e beneficiano dell’azione del sole sugli strati superficiali del terreno.

 Vantaggi di investire in un impianto geotermico:

  • Un impianto geotermico lavora 365 giorni all’anno (7300 ore di lavoro all’anno);
  • L’energia geotermica è rinnovabile, pulita e disponibile ovunque;
  • Rispetto ad un sistema di riscaldamento con caldaia a metano, i costi di esercizio sono inferiori di circa il 60%;
  • Lo stesso sistema permette di riscaldare e di raffrescare l’edificio;
  • È richiesta una manutenzione minima rispetto ai sistemi termici tradizionali;
  • Gli elevati costi di perforazione sono ridotti nel caso di sbancamento orizzontale.

GSE | Gestore dei Servizi Energetici

ISCRIVITI ALLA MAILING LIST

COME CONTATTARCI

Ecogen Impianti S.r.l.
Per info sulle nostre sedi clicca qui

Email: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Scopri dov'è la Sede di Mirto Crosia

SunPower | Partner

PROINSO | Partner

Scroll to Top